SERGIO ABRIGNANI

abrignani@ingm.org
+39 02 00 660 328
+39 02 00 660 216

Sergio Abrignani si è laureato in medicina e chirurgia (MD) presso l’Università degli Studi di Padova. Ottenuto il dottorato in patologia sperimentale (PhD), ha trascorso un periodo, dal 1987 al 1993, presso il Centro Ricerche Ciba a Basilea (Svizzera) come responsabile del laboratorio di virologia e poi come direttore di Unità. Dal 1993 al 1999 è stato responsabile del Dipartimento di Immunologia e Virologia della Chiron Vaccini a Siena. Dal 1999 al 2005 è stato VicePresidente di Ricerca e Sviluppo della Chiron Corporation a San Francisco (USA), una delle più importanti aziende mondiali di biotecnologie. Dal 2006 è Direttore Scientifico dell’Istituto Nazionale di Genetica Molecolare (INGM) “Romeo ed Enrica Invernizzi” di Milano, una fondazione no-profit creata con un generoso lascito della famiglia Invernizzi e i cui soci fondatori sono la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano (al cui interno ha sede l’istituto, nel Padiglione Invernizzi), la Regione Lombardia, il Ministero della Salute e il Ministero degli Affari Esteri. INGM si occupa di ricerca “OMICS” (genomica funzionale, proteomica, epigenomica) nel campo della medicina preventiva secondaria e terziaria, con particolare interesse ai meccanismi immunomediati delle morbidità. La sua attività di ricerca si è focalizzata sullo studio dell’interazione fra virus e cellule umane. Un importante contributo delle sue ricerche è stato la scoperta del recettore del virus dell’epatite C (HCV), cioè la principale porta d’ingresso utilizzata dal virus per entrare nelle cellule del fegato. I suoi lavori hanno inoltre fornito importanti contributi per lo sviluppo clinico di un vaccino contro l’epatite C attualmente in corso di sperimentazione nell’uomo, e hanno definito il meccanismo patogenetico della crioglobulinemia un disturbo linfoproliferativo associato all’epatite virale C. Sergio Abrignani è autore di oltre cento articoli scientifici con oltre 13000 citazioni, un h-index di 60 (GS), e di circa venti brevetti internazionali, fra i quali alcuni fondamentali brevetti per la diagnostica di HCV e per i vaccini contro HCV. È membro di diverse accademie e società scientifiche sia italiane che internazionali, fra le quali la prestigiosa “Henry Kunkel society” di New York (USA). Fra le onorificenze ricevute, nel 2004 è stato insignito (per le implicazioni dei suoi studi sul virus dell’epatite C) dal presidente della Repubblica italiana della medaglia d’oro al merito della salute pubblica. Nel 2011 ha ricevutoun “Advanced Grant” del “EuropeanResearchCouncil (ERC)”, il più importante e prestigioso finanziamento competitivo che possa ottenere un ricercatore europeo. È professore ordinario di Patologia Generale presso l’Università degli Studi di Milano

orcid_30x30 ORCID CODE